lunedì 29 agosto 2011

Nonostante io posso provare un sentimento per lui....mi manca il sorriso e l'amore di Marco. 
Mi mancano i suoi abbracci.
Mi mancano le sue dolcezze.
Mi manca la sua voce.




Ieri sono stata sveglia fino alle 3.08 e ho ricominciato a sentire Samuele. Samuele è un ragazzo di 22 anni con cui anni fa ho avuto una "storia",ma non si può definire tale. E' il fratello di una mia amica con cui anni fa passavo gran parte dell'estate. Samuele canta,Samuele scrive,Samuele è bravo con le parole; Samuele ti colpisce e ti persuade con le sue frasi. Notti a parlare,e a baciarci di nascosto,in quella casa senza farci vedere,notti a dedicarmi parole di canzoni,notti a scherzare e chiamarmi la sua Biancaneve(allora io avevo i capelli neri). Un giorno di quell'estate venne a casa di sera un'amica della sorella e di Samuele,il quale veniva chiamato da lei "amore",come se stessero insieme. A fine serata chiesi spiegazioni: ne è uscito fuori che lei era la sua ex ed era legata ancora a lui,e lei non se ne faceva una ragione. 
Beh,dopo mesi scoprii che Simona era ancora la sua ragazza,e che quando per caso andavo nell'altra stanza a prendere qualcosa lui se ne approfittava per darle un bacio. 


Sua sorella sapeva,ma aveva timore a dirmelo. 


Ne uscii distrutta. Provai a dimenticarlo e dopo un anno ci riuscii,ma mi rimase sempre in testa l'idea di questo ragazzo che ammalia con le sue parole,questo ragazzo che ha il suo fascino per come vive. 

sabato 27 agosto 2011

L'apatia si impossessa della mia mente e del mio corpo.


Un rapporto stabile con mia madre figuriamoci se poteva continuare...ennesima incomprensione,ieri pomeriggio. 


Marco?Con Marco continuo a sentirmi,normalmente via messaggi. Boh,non so questo a cosa porterà nella mia mente; ho deciso di non pensare,di non fare nulla,il tempo deciderà ogni cosa. Sono stanca.

venerdì 26 agosto 2011

Chiudere la mente con una chiave

In questi due giorni non so descrivere il mio umore.
L'altro ieri Marco mi ha scritto,come al solito,ma con una piccola differenza: Mi ha spiegato in nove pagine di messaggi cosa lo ha spinto in questa scelta,cosa lo ha portato a separarsi da me. Mi ha praticamente esposto ciò che già credevo di sapere,ma sentirselo dire da lui è stato diverso,sentirsi dire il suo stato d'animo in quel momento è stato come ritornare un po' ai vecchi tempi di quando riusciva a confidarsi con me. In quel momento mi è venuta voglia di piangere e di abbracciarlo,e gli ho chiesto perchè di tutto questo non ne avesse parlato prima; lui ha risposto che era difficile e che tutt'ora gli è venuto difficile esporlo. 


Mi sono sentita il mondo addosso...




Gli ho detto che prima o poi si rinnamorerà di me,perchè mi ha detto che quando ha deciso di chiudere la nostra relazione lui ancora provava ciò che provava prima,i sentimenti sono scemati solamente dopo.


E io? Io non so cosa pensare,forse non voglio pensare.

mercoledì 24 agosto 2011

--

Non mi piace quando mi fanno sentire così inutile.
Vorrei un po' più di dolcezza nella mia vita,nei miei confronti,si intende.

martedì 23 agosto 2011

Ikea&co

Ho cambiato il blog,finalmente bianco! 
Oggi sono stata tutto il giorno fuori: Mi sono svegliata alle 7.15 per andare con mia madre e Cristian da Ikea,a Catania,e a Enna,in un centro commerciale, il Fashion Village. Siamo andati da Ikea con l'intenzione di comprare una nuova mobilia per la mia camera,compreso il letto,solamente che nonostante fosse smontato non entrava nella macchina di mia madre,e allora abbiamo comprato solo il resto e il letto,che lo voglio nero,modello svedese,lo comprerò qui a Palermo. Se c'è una cosa che amo dopo le borse e gli accessori sono proprio i mobili: Da Ikea io stavo andando fuori di testa,amo quel negozio!
--------------------------------
Ovviamente stando un'intera giornata lì si doveva pranzare da Ikea,ma ovviamente io mi sono portata il mio cibo,nonostante mi sentiti una menomata davanti alla gente che pranzava lì,nell'aerea ristorazione prendendo le cose dal self-service; c'era una donna che mi fissava poichè uscivo le cose che dovevo mangiare dalla borsa,come i pomodorini ad esempio; queste persone mi fanno sentire così malata...


domenica 21 agosto 2011

Guardami e dimmi cosa succede-

In questi giorni sono scomparsa...ma solo perchè ho passato il fine settimana con Cristian.
Mia madre è partita,è andata a Menfi,e sta lì per tre giorni,ritorna stasera,così venerdì e sabato Cri ha dormito da me. E' stato carinissimo,anche se io,abituata a vivere praticamente sola,mi sono ritrovata in una situazione diversa che mi ha un po' stonata,ma è stato comunque bello.
Una novità alquanto gradita riguarda il rapporto con mia madre: da quando abbiamo passato quel pomeriggio insieme le cose sono un po' cambiate tra di noi;da allora non ci sono litigi,e ieri,mentre ero in giro per le strade,ricevendo una sua chiamata le ho detto che mi mancava,una cosa che avrò detto si e no quando avevo quattro anni.
Non voglio credere in questo rapporto più di tanto,ho paura di rimanerci male,per ora prendo le cose come vengono,poi si vedrà.

giovedì 18 agosto 2011

Non lo so,mi sento male e triste.
Ma soprattutto mi sento spenta.

mercoledì 17 agosto 2011

Distruggimi ancor di più,su'

Dovrei essere l'amore della tua vita,mamma...

"Mamma ti ho chiamato per chiederti a che ora scendevamo domani per essere lì alle 17.00"
"Ma  potevi chiedermelo domani,no?"
"Mi serve saperlo ora"
"Secondo te? Verso le 16.30 , mica scendo alle 16.00 o prima,già è presto,ci sarà caldo,e non ha senso che io ti accompagni."
"Ma sarebbe una cosa carina se mi accompagnassi...sei mia madre"
"Mica entro con te lì,a te conviene perchè non hai problemi di posteggio,ecco perchè mi vuoi,quando conviene a te."
"Ma veramente sarebbe una cosa carina farla insieme...mi fai passare la voglia di tutto,grazie,vedo le altre ragazze che a volte passano del tempo con le proprie madri,tu non sei così."
"Ah certo,stai iniziando a cambiare ora,prima non mi volevi con te" 

Che carina una madre che rinfaccia certe cose,poi mi si chiede perchè soffro e divento nevrotica,meno male che un angelo di nome G. mi ha fatta stare meglio ieri sera.

lunedì 15 agosto 2011

Non mi va di vivere.


Marco: Sera
Io: Ehi
Marco: Disturbo?
Io: Sono con Cri,a letto che parliamo
Marco: Nessuna uscita banale per ferragosto? Ok,ho recepito il messaggio. Ci sentiamo dopo. Anzi no,boh ci sentiremo.
Cristian mi dice "non rispondere..."
Io :Ci sentiamo dopo
Marco: Probabilmente no
Io : Perchè?
Marco: Impressioni,ti lascio al tuo Cris


domenica 14 agosto 2011

Prendimi

Si,per ora sono assente,non so darmi neanche io un perchè. Forse non ho la voglia di vivere,anche se questo c'era già prima,forse è solamente un pensiero più accentuato adesso.
Comunque,in questi giorni non è successo nulla di speciale,a parte che Marco mi ha resa nervosa,e che ieri mi è capitato di cliccare nei dettagli dell'amicizia su Facebook tra me e il suo utente,e ho letto i post di un anno fa...che era strano leggere un Marco diverso,un Marco con dei sentimenti,un Marco non ancora mutato.
Questo mi ha rattristata,ma poi penso che ho Cristian che mi rende felice,che mi ama,e che i miei occhi sono due occhi innamorati e persi dentro i suoi. 
Sto veramente bene con lui,anche perchè partecipa della mia vita quotidiana: mi accompagna a comprare ciò che mangio io abitualmente,mi accompagna in giro a cercare i passati di verdure che non trovo mai,e magari qualcun altro si sarebbe scocciato,lui invece comprende che è una cosa importante per me,e questo lo rende speciale.


Manderei un "fanculo" quanto una casa a Marco,ma nonostante  tutto non ci riesco.

giovedì 11 agosto 2011

Distress

Mi ha scritto Marco.
La sua freddezza d'animo mi mette angoscia,tanta schifosissima angoscia.

lunedì 8 agosto 2011

Si dice che prima o poi arriva il bello

Vorrei vivere serena e svegliarmi in tranquillità,senza ansie,senza dolori.
Desidererei anche non avere la mente strutturata come una calcolatrice,che deve dirmi di mangiare in un preciso orario,altrimenti ho una crisi di nervosismo.
Amerei la mia vita se fosse spensierata,piena di sorrisi.


Vorrei avere un'obiettivo nella vita,non ne trovo,non ne ho,mi sento vuota.
(Sono io quella in foto.)

venerdì 5 agosto 2011

Ancora qui,onnipresente.

Per ora ho un problema alla spalla,ho il muscolo accavallato,è tutto rigido. 
Dopo tempo ho deciso di chiedere alla dottoressa,e mi ha prescritto il farmaco che sto prendendo.
Leggendo le indicazioni ,mi salta all'occhio una cosa:
EFFETTI INDESIDERATI:

Disturbi del metabolismo e della nutrizione
Molto comuni: Anoressia.




Non ne posso più...davvero.

giovedì 4 agosto 2011

Giornate di agosto.

Ieri è stata una giornata per metà da rimuovere. Ho ancora il braccio che mi brucia e sono costretta a portare cardigan per coprire i miei sfoghi. Vorrei avere degli sfoghi meno evidenti...
E' da due giorni che non vedo Cristian; ha la febbre,e io per timore di essere invitata a casa sua per un'eventuale cena da parte di sua madre non lo sono andata a trovare,che situazione del cazzo.
Sul tardi sono andata insieme a mia madre a visitare la villa dove vorrei organizzare il mio diciottesimo. 
E' bellissima,e mi piacerebbe davvero organizzarlo là e al 99% sarà così visto che abbiamo dato già un anticipo. 
Non ho mai festeggiato nulla in diciotto anni,per una volta sarà così strano,ma almeno quel giorno cercherò di      godermi quello spazio dedicato a me. 
In questi giorni la mia mente è offuscata da tanti pensieri; a volte capita di pensare a Marco, a mio padre,a questo prossimo inverno che sarà l'ultimo in cui frequenterò la scuola,e quindi ai successivi esami.
Ho paura,ho tanta paura di affrontare ogni cosa. 
Ho paura di me stessa,delle persone intorno a me,degli ostacoli e delle fatiche che dovrò affrontare quest'anno,ho paura di non riuscire a combinare nulla di buono.


Ciao mamma,vorrei che tu mi considerassi normale anche  senza mangiare  quella fetta di torta al mio compleanno,o bere qualcosa di alcolico,ma mi hai fatto capire che non sarà così.

mercoledì 3 agosto 2011

Di nuovo quel pavimento bianco e freddo a farmi compagnia insieme a lacrime e sangue.
Guarda come riduci tua figlia,apri gli occhi e togliti questa maschera.

martedì 2 agosto 2011

Ciao,sono la luce che se ne va.

In questo momento vorrei poterla fare finita,chiudere i battenti.
Sto affogando in un mare gelato senza via d'uscita.
Vorrei un po' di serenità.