venerdì 15 luglio 2011

Divori me stessa

Ogni giorno ,soprattutto la mattina,è monotono....vorrei ogni giorno qualche novità,forse vorrei anche una vita un po' meno asociale,ma sono fatta così,mi vedo solamente con qualche persona,ma purtroppo una di queste è partita e l'altra sta partendo,vorrei essere una di quelle ragazze che si diverte ad uscire la sera a bere qualcosa,ma io non bevo,non ho un gruppo di persone con cui andarci...sapete cosa è? E' che le persone si riuniscono per mangiare,per bere,insomma,la carta da giocare è sempre il cibo. Sono stufa di questa bestia che mi costringe ad alienarmi,è come un bambino che non vuole staccarsi dalla schiena del padre perchè è desideroso di giocare. 
Vorrei poter vivere senza di lei,però pensandoci ormai è una parte di me,mi ha cambiata,ha mutato ogni aspetto della mia vita,mi ha portata a distruggermi,adesso mi porta a cercarle di resistere,a tentare di allontanarla,ma se la ride ,sa che è quasi impossibile,sa che la mia giornata gira intorno a lei.

Vorrei solamente un attimo di respiro qualche volta...

9 commenti:

  1. "Vorrei poter vivere senza di lei,però pensandoci ormai è una parte di me,mi ha cambiata,ha mutato ogni aspetto della mia vita,mi ha portata a distruggermi,adesso mi porta a cercarle di resistere,a tentare di allontanarla,ma se la ride ,sa che è quasi impossibile,sa che la mia giornata gira intorno a lei."
    Hai scritto perfettamente quello che penso anch'io.
    Purtroppo questa ossessione porta via tutto; corpo, mente, rapporti sociali, anima..

    RispondiElimina
  2. sai, fortunatamente questa bestia io non la conosco. e ho anche un gruppo con il quale esco ogni giorno. e ti assicuro che bere non è l'unica attività che facciamo in comune. ma tuttavia, anche io sono circondata dalle solite cose noiose, sebbene sono circondata da persone. però se tu desideri aprirti, non lasciare che la bestia ti possegga del tutto. perché comunque alla fine, stare a contatto con le persone è una cosa... buona, a mio parere. per tante cose. cerca di liberarti, al fine di non soffocare, di sopravivvere. però sai, sono la persona meno indicata a commentare questo post: mi dispiace se ti sono sembrata poco delicata e comprensiva, in realtà cerco di capirti, ma non avendo mai provato un'esperienza del genere, proprio non ci riesco.

    :*

    RispondiElimina
  3. E' la nostra condanna, il nostro modo per adeguarci alla vita, è il nostro modo di vivere

    RispondiElimina
  4. L'anoressia è la privazione della dignità di ogni donna. Ed è triste e ci sto anche male. Ti seguo <3

    RispondiElimina
  5. Mi ha molto colpito il tuo commento riguardo il cibo, effettivamente ogni rapporto sociale molto spesso si basa su quello. L'anoressia nasce ed è classificata come, appunto, un'ossessione che condiziona l'intera vita di una persona. Ogni azione, ogni gesto, ogni pensiero è condizionato per la maggiore o la minore parte da questa malattia. Ma tutto ciò divora il corpo e la mente, la domanda è una: tu sei abbastanza forte da resistergli?

    RispondiElimina
  6. Se ci pensi il cibo è l'unico interesse condivisibile all'unaminità.
    Il soddisfacimento del bisogno primario, unito al piacere del gusto e della condivisione. Somma un adeguato contorno di intrattenimenti ed ecco spiegato perchè la gente si incontra per mangiare.

    È abbastanza comune, se ci pensi.
    È per questo motivo che il nostro disturbo non può passare inosservato e coinvolge così tante sfere della nostra esistenza.

    ti abbraccio

    RispondiElimina
  7. E' un ossessione, ma non rinuncia per questo a tradirti. Devi essere forte. Un abbraccio.

    Nessi.

    RispondiElimina
  8. il cibo è un fattore di aggregazione sociale, tristemente ma maledettamente vero.

    RispondiElimina
  9. Ti capisco tesoro, credimi... ho visto le tue foto, sei veramente una ragazza stupenda e credo che chiunque si chiederebbe perchè non ami uscire la sera, a bere, divertirti... ma io so bene il perchè, non so quante volte mi hanno chiesto le persone "ma non esci? non vai a quella festa ecc?" ed io o trovavo una scusa o inventavo degli impegni, perchè volevo stare lontana più dalle calorie e dall'eventuale cibo che tutto il resto, volevo avere il controllo, semplice. Non è associalità... è che noi viviamo nel nostro mondo, e pochi, davvero pochi possono comprenderlo. Poi credimi essere come vogliono gli altri non serve a niente... se qualcuno ci ama lo fa per come siamo, ricordalo sempre. Spero che Cristian non badi a queste cose, anche se sono sicura che ti ama per come sei :)
    Lo step! a parte il fatto che ormai mi sto facendo 40 minuti al giorno e i risultati si vedono sempre di più, io uso l'attrezzo a dire il vero xD non mi è mai piaciuta l'idea di fare lo "scalino". Io ne ho preso uno dove con le gambe vai dall'alto verso i lati, che serve a tonificare le coscie soprattutto.
    Sennò c'è quello classico che è il "passo in avanti" o da salire i gradini che è speciale per i glutei e sempre le coscie, però meno ai lati. Però volevo cambiarlo perchè a parte che fa un rumore assurdo quando lo usi, ma l'altro l'ho già fatto in palestra e mi trovavo meglio.
    Un bacione :*

    RispondiElimina