sabato 4 giugno 2011

Vorrei cadere in uno stato di oblio perenne.

In questi giorni sto malissimo,mi sento debolissima,ieri me ne sono dovuta andare prima da scuola. 
Ho troppa stanchezza,un po' per lo studio,un po' perchè il mio corpo è debole,un po' perchè sono stufa di tutto.Oggi un tizio che non ricordavo manco chi fosse mi ha contattata e mi ha chiesto come stavo da quando una tizia ha detto vedendomi che ho problemi alimentari  e che sono magrissima. Ma le persone hanno una soglia della sensibilità bassissima o sono io che pretendo troppo? Le mie condizioni di salute sono in bocca ai miei concittadini? Rimango allibita,un po' delusa. Non ci si può fidare di nessuno.
A parte questo,oggi andando a scuola per strada ho incontrato Marco,risultato? TANTA TANTA RABBIA.
Mi manca il mio Marco,non quello di adesso. Ora è un'altra persona,non solo con me,con tutti,con la mia migliore amica in particolare. Ma devo iniziare una nuova strada,con nuove persone,e lasciarmi lui alle spalle. Dico io, penso ancora ad una persona che negli ultimi tempi non sapeva più dimostrarmi più nulla

Ci sono tante persone che me lo dimostrano,tanti ragazzi,ma io ho bisogno ancora di tempo.

Mi sento osservata.
Mi sento giudicata.
Mi sento sbagliata.





5 commenti:

  1. Oh ti capisco..quando le persone sanno tutto, quasi ti assillano. A me dà molto fastidio :S
    Non sentirti sbagliata. Tu NON sei sbagliata.
    Tu devi essere TE STESSA e fa vedere al mondo di che pasta sei fatta :)
    Un abbraccio tesoro <3

    RispondiElimina
  2. Mi rispecchio abbastanza in questo post. Ogni tanto mi capita di sentire la mancanza di un mio ormai vecchio amico, penso a quando si rideva insieme e a quante cose belle abbiamo passato. Poi però mi viene in mente di quanto sia cambiato o, almeno, di quanto io lo veda cambiato e di quanto questo cambiamento non possa più coincidere con me... è triste ma bisogna aver la forza di andare avanti.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. secondo me più che altro le persone,non conoscendo affatto il problema,non si rendono conto che il loro comportamento potrebbe risultare indelicato e alquanto fastidioso. poi la gente ci prova un gusto a parlare di certe cose,che figurati se si lascia sfuggire l'occasione! lascia correre,per quanto possibile.

    prenditi il tuo tempo,tutto quello che ti serve.
    sei tutto tranne che sbagliata,toglitelo dalla testa.

    un bacione

    RispondiElimina
  4. Riiniziare, è questa la parola giusta che ti permetterà di non torturarti col passare del tempo.
    Sei abbastanza forte da potercela fare, ne sono sicura.
    Ti seguo, e spero di sentirti presto.

    RispondiElimina
  5. Nessun oblio perenne, dimentica solo chi ti ha fatto soffrire, e cerca di ricordare qualcosa per cui valga la pena vivere, riacquistando le forze necessarie per poter vivere quel qualcosa...e se proprio non ricordi, allora sforzati di cercare, perche' esiste, eccome se esiste!
    Ignora le lingue lunghe, evidentemente non hanno di meglio di cui parlare, sii superiore!
    Un abbraccio affettuoso Federica!
    Dony

    RispondiElimina