sabato 22 gennaio 2011

Una vita sottosopra

Ci sono stata poco qui in quest'ultima settimana,ma per ora a scuola è un susseguirsi di interrogazioni e corse ai voti... sono passata da qualche blog però non ho avuto il tempo di scrivere :(


Per ora tutti mi vedono più pallida del solito,è vero,sto più male del solito...sono stressata,infreddolita,ho sempre la stufa accanto a me (anche ora ),ho sempre ansia,le mani rigide per il freddo,e paura,paura di fallire,non so precisamente in cosa,ma paura di fallire...
Per ora vedo tutto il mondo sottosopra .
A volte mi capita di osservare il mondo "da fuori",come se mi fermassi,e guardassi ciò che accade intorno a me;un po' come Ariosto,secondo Benedetto Croce,che è paragonato all'occhio di Dio che osserva tutto dall'alto.A volte mi sento proprio così,e penso" Ma io appartengo a tutto ciò? A queste persone che sono così piene di vita?"


In questi giorni ero "pro carote crude" ora mi è venuta la fobia della carota,ho letto che ha un alto indice glicemico e ho smesso. Tutto mi terrorizza :/

8 commenti:

  1. No dai!!! Pure le carote ora?? -.- ke infelicità!!! qsta ke avevano un alto indice glicemico nn la sapevo -.- va be...
    mi dispiace ke nn te la passi alla grande. spero sl le cose migliorino presto.
    Bacini

    RispondiElimina
  2. Ciao piccola!
    E' vero, conosco la sensazione di cui parli, l'hai descritta molto bene...
    Vedi il mondo sottosopra, come se fosse stato disintegrato e poi rincollato distrattamente, e ti sembra tutto una presa per i fondelli...
    Guardi cio' che ti circonda, la natura, i colori, l'allegria delle persone...
    E invece di lasciarti contagiare da tanta bellezza, ti senti ancora piu' fuori posto...
    Credo che la tua paura di fallire sia comprensibile; sono certa che, come tutte le altre ragazze che soffrono per un disturbo alimentare, il perfezionismo sia una tua caratteristica, e questo in ogni campo della tua vita, scuola compresa...
    Se stai così male, almeno le carote non evitarle...per colpa di uno stupido indice!
    Le loro calorie sono bassissime, e gli zuccheri li consumi in fretta, se fai lavorare il cervello con lo studio!
    Spero anch'io che per te vada meglio la prossima settimana!
    Grazie per i tuoi commenti, anche tu sei speciale, ma non te ne rendi conto!
    Un abbraccio!
    Dony

    RispondiElimina
  3. Ti capisco bene... perchè anche io a volte leggo cose che mi sconvolgono e mi passa davvero la voglia di mangiarle. Tipo il caffè che ingiallisce i denti, il miele che va subito ad accumularsi come grasso perchè ha l indice glicemico piu alto, idem per le carote e la zucca... sono manie abbastanza stupide ma io non riesco piu a togliermele di testa.
    Noi siamo quelle che più abbiamo bisogno di certezze, eppure nessuno sembra volercele dare.. anzi tutti sembrano volercele togliere. Forse perchè noi siamo le prime a lasciarci senza certezze... eppure in qualcosa dobbiamo credere non trovi? Sennò come pòssiamo proseguire? Ti abbraccio forte.

    Laura

    RispondiElimina
  4. Molto spesso la paura di fallire è data dal fatto che noi stesse non ci amiamo. Penso che se impariamo ad amarci tutto ciò non ci sarebbe. Anche il fatto di essere pallida ed infreddolita è data da tutto ciò. Ma questo lo sai già anche te. Tutte lo sappiamo. Non sono capace di dare consigli. Ma so ascoltare.
    Per questo non ti commento mai. Perchè non sono capace non so dare consigli dico cose scontate. Però leggo sempre.
    Sono sicura che questo momento di visione sottosopra della realtà passerà. Magari è un pò il periodo anche per la corsa ai voti.
    Abbraccio:)

    RispondiElimina
  5. La paura di fallire. Quella c'è sempre, non abbandona mai neanche me.
    Vedrai, prima o poi capirai il perché di tutto questo star male e della paura del fallimento.
    A volte fa bene "uscire" dal contesto e guardarci attorno. è un pò come osservare le differenze fra te, singolo e il tutto.
    Ti capisco e ti sono vicina ♥

    RispondiElimina
  6. Ciao.
    Ho letto il tuo commento (:
    Ti seguo anche io.

    Commento la parte finale del tuo blog perché mi ha colpita la storia delle carote. Io sono ipo-glicemica (glicemia troppo bassa) e come tale devo assumere, se non voglio finire in coma, una quantità di cibi ad alto valore glicemico (non zuccheri, perché tra le tante cose sono intollerante allo zucchero). Come puoi immaginare sono ben informata sui reali valori glicemici di tutti gli alimenti.

    Bene. Per quanto possa esserti utile le carote è vero, hanno un alto valore glicemico ma quello che il 90% delle persone non sa è che "alto valore glicemico" non significa "grasso e tanti zuccheri". Pensa che in 100 grammi di carote c'è una reale quantità di zuccheri pari a circa 7.6 grammi. Il che le rende alimenti con pochissime calorie, altamente digeribili (l'alto valore influisce su questo fattore e non sulla ciccia) e ottimi spuntini (sono tutte fibre..che se unite ad un buon bicchiere d'acqua riempiono moltissimo). Quindi.. non ti preoccupare delle carote (: Sono ottime alleate.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  7. Mi sento esattamente allo stesso modo, ogni giorno, specie la paura di fallire. Un modo per essere più tranquille credo sia di affrontare le cose piano piano. Per esempio: se devi fare una versione (brutto esempio, lo so, ma almeno rende l'idea. mi è capitato) non metterti a contare i righi, ti verrà l'ansia. Falla e basta e alla fine magari la riguarderai dicendo "non era così terribile".
    A presto, un bacio

    RispondiElimina
  8. La paura di fallire, tormenta anche me. Ma spesso è proprio questa che implica una caduta, soffocando la realtà. Dovremmo guardare dall'alto tutto questo.
    Mani sempre fredde, naso gelato e tutto gelato. Ma qui anzi non possiamo lamentarci, il clima è più che buono rispetto alle altre zone d'Italia.
    P.S. Un giorno ci vediamo (:
    (Nel caso non ti ricordassi, sono Nessi LovelyObsession di facebook)

    http://www.lovelyobsession4845.blogspot.com/

    RispondiElimina