domenica 26 dicembre 2010

Ira,odio,rabbia

Mi provochi ira,si,mamma,mi provochi ira.
E sai perchè? Perchè mi hai insegnato a mentire,a vivere nelle menzogne.
Mi hai fatto vivere da piccola anni che non augurerei a nessuno,anni che mi hanno fatto accumulare odio.
Adesso ti ignoro, mi sei quasi indifferente. Ti ricordi durante le mie crisi, cosa facevi?NIENTE.
Mi davi dell'asociale,mi hai creato quell'odio che scorre nelle viscere adesso,e tu ti senti pura,sollevata,pulita.
Non capisci cosa ho.Non capisci cosa ha tua figlia. Vivi tranquilla credendo di non saperlo,pensi che tua figlia non sappia fingere?non sappia recitare? Te ne lavi le mani.
Il mio corpo ti è indifferente, la mia alimentazione basata solo su verdura ti è indifferente.
Credi che io ne sia uscita,credi questo,vivi nel tuo mondo di rose e fiori,nella tua incredulità.
A volte vorrei urlarti contro, dirti che soffro da anni,che la mia mente mi sta uccidendo,ma poi mi fermo,perchè non mi capiresti,o penseresti che io stia inventando tutto.
Mamma,li vedi i miei occhi? Le vedi le vene sotto i miei occhi?
Mamma, lo vedi il colore della mia pelle?

Ogni giorno spero che tu ti accorga di me,ma realmente.

2 commenti:

  1. Bellissima mia....
    so cosa tu provi e mi fa davvero tanto male quando tu mi dici certe cose...
    A volte vorrei tanto poterti aiutare e capire cosa fare per farti stare meglio...
    A volte vorrei davvero che tua madre smettesse di comportarsi cosi...
    Ti direi di urlargli contro tutto e fare esattamente come faccio per liberarti, per liberare anni di frustrazione...
    Il non poter fare niente mi uccide.

    RispondiElimina
  2. Invece di digiunare facendole un ricatto del tipo sto morendo per colpa tua dovresti parlare e dubito che non capirebbe.parlare seriamente e non urlando.Comportarti da adulta e se davvero non dovesse capire guarda e passa....non vale la pena rovinarsi la vita per stare al centro dell'attenzione e far capire a tua madre che stai male.Quella che ci rimette sei sempre e solo tu.

    RispondiElimina